Borghi Medioevali
CARPEGNA

A 1415 metri sul livello del mare trovaimo la vetta del Monte Carpegna, da sempre dedicata al culto della Madonna per la presenza di un antico santuario. La leggenda narra di un intervento miracoloso della Vergine che si presentò ai Pastorelli. In seguito a questa apparizione sul Monte venne ritrovata un'effige della Madonna appesa d un ramo di faggio (da cui prese il nome Beata Vergine del faggio). Per evozione gli abitanti di Crapegna vollero trasportare l'immagine sacra fino in paese. L'indomani però l'effige era tronata al suo posto, sul monte tra i rami del faggio. Per la popolazione fu lampante il desiderio della Beata Vergine di erigere un santuario proprio nel luogo in cui era apparsa.

PIETRARUBBIA

In antichità borgo medievale fortificato, dotato di rocca oggi ormai scomparsa, deve il suo nome ad una pianta dalla corolla rossa chiamata "robbia". Alcuni fanno derivare il nome del paesino da una roccia conglomerata "petra robbia" dal colore rossastro, composta da ciottoli tondeggianti cementati tra loro. Pietrarubbia è sede del rinomato Centro per il Trattamento artistico dei metalli, diretto dal celebre scultore Arnaldo Pomodoro. Le migliori creazioni degli allievi-corsisti sono esposte all'interno di un antico palazzo sede della Fondazione Pomodoro.

FRONTINO

Circondato da una robusta cinta muraria racchiude al suo interno l'antico palazzo Malatestiano dai cui scantinati si dirama un percorso che portava fuori dalle mura fino all'antico mulino che garantiva pane e farina agli assediati. Da non perdere la visita all'antico convento di Montefiorentino.

PIANDIMELETO

Piccolo borgo di origine medievale, la sua nascita si deve alla volontà della Santa Sede in quanto il terreno su cui si erge era suo patrimonio privato. In breve tempo però i Legati del Papa furono cacciati e al loro posto si susseguirono varie famiglie aristocratiche. Lo sviluppo di Piandimeleto è legato alla nobile famiglia dei conti di Piagnano che vi stabilì la propria "Corte" prendendo il nome di Oliva.A loro si deve la costruzione delle prime opere pubbliche risalenti al Quattrocentocce conferirono alla contea un prestigio senza eguali. Potrai visitare il loro castello: una splendida residenza costruita tra il XIII e il XV secolo. All'interno del castello si può visitare il museo dell' arte contadina e il museo di scienze della terra.

SANT'AGATA FELTRIA

Strategicamente posta sulla sommità del blocco calcareo detto "Sasso dei lupi", che domina il paese, troviamo la rocca, postazione militare del ducato montefeltresco. Nota come rocca Fregoso in realtà è una residenza dei duchi. Da non perdere la visita al Teatro A. Mariani, ricco d'arte, ed i suggestivi conventi. Per gli amanti del tartufo, tutte le domeniche di Ottobre questo splendido borgo si riempirà di aromi e colori per l'apprezzatissima Fiera Nazionale del Tartufo.

PENNABILLI

A 10 km da Carpegna potrete visitare questo magnifico borgo conosciuto soprattutto per la Fiera dell' Antiquariato che ogni anno, nel mese di luglio, raccoglie visitatori da tutta Italia.Sede vescovile e paese di adozione di Tonino Guerra lo ha visto attivo in prima persona nella realizzazione del progetto "luoghi dell'anima": si tratta di dar vita ad angoli incantati in giro per le vie più suggestive di Pennabilli in cui il visitatore può soffermarsi a consumare la sua curiosità. Da non perdere l' "Orto dei frutti dimenticati", la "Strada delle meridiane", il "santuario dei pensieri", il "Giardino pietrificato" e l' "Angelo coi baffi".

URBINO

La "Città ideale", fulgido centro di bellezza e cultura Rinascimentale fu la culla che custodì e vide crescere geni dai nomi illustri quali Donato Bramante e Raffaelo Sanzio. Non siete mai stati ad Urbino? Questo è il momento giusto per recarvi là : il suo patrimonio artistico, la fisionomia della stesa città, il paesaggio incantato, sono tutti dipinti nei dipinti. Tutto parla, tutto ha una storia da raccontare, dal Palazzo Ducale all'antica e rinomata università, ascoltare ciò che hanno da dire è un'occasione davvero impedibile.

SAN LEO

Costruita sulla sommità di uno sperone roccioso, questa splendida città medievale dista 18 km da Carpegna. La rocca, magnifico esempio di fortificazione militare, fu voluta da Francesco di Giorgio Martino. Nota per essere stata la prigione di un nome illustre quale Giuseppe Balsamo, meglio conosciuto come Conte di Cagliostro, è ad oggi uno dei principali motivi per visitare San Leo. Ad essere suggestiva non è solo al rocca, ma a lasciare a bocca aperta il visitatore è tutta la magia del paese, scrigno di bellezze da visitare quali: la Torre Civica, la Pieve Romanica, e lo splendido Duomo.

GRADARA

A 45 km da Carpegna, questo paesino fu teatro del tragico amore di Paolo e Francesca cantato da Dante, Petrarca, Boccacccio e D'Annunzio. Il castello fu costruito nel nel 1150 ma la sua struttura fu modificata negli anni e ampliata con ampie mura finchè, sotto il dominio degli Sforza, assunse l'aspetto e la fisionomia tipica che ancora oggi vediamo.

URBANIA

In origine Casteldurante, venne ribattezzata Urbania in onore del celebre Papa Urbano VIII, si tratta di un bellissimo borgo medievale famoso soprattutto per la lavorazione delle maioliche. Durante la dominazione dei Montefeltro e dei Della Rovere si è impreziosita di splendide opere d'arte e architettoniche. Da non perdere la visita al Palazzo Ducale, affascinante costruzione sull'acqua, la Chiesa dei Monti con l'affascinante esposizione delle "mummie", il Museo Diocesano e il Borgo Ducale. Per i più piccini, nell'animo e negli anni, da non perdere il tour nella vera casa della Befana.

PERTICARA

Perticara è un giovane comune fondato nel 1907 con il fondersi di alcuni borghi medievali che fiorivano nei dintorni. Fu dimora dei Conti Segni di Bologna che si stabilirono in una favolosa villa seicentesca, ora sede del municipio. Ospita uno dei caffè più belli di tutto il montefeltro: il "Caffè Gran d'Italia" dalle atmosfere fortemente evocative.Nella città sorgono anche la chiesa romanica di Santa Marina e il fantastico teatro ottocentesco. Perticara è anche un centro minerario, ormai dimesso, di grande rilevanza a livello nazionale. A testimonianza della centenaria attività di estrazione dello zolfo resta un Museo Storico Minerario dal fascino ineguagliabile.

SAN MARINO

A 35 km da Carpegna, nell'antica terra della libertà, potrai visitare una città quasi fiabesca, con le sue mura di cinta e le sue torri. Uno stato nello stato, il più piccolo di tutto il mondo, offre inoltre infinite possibilità di shopping tra outlet delle migliori marche e botteghe artigiane.

Last Minute

ANCHE QUEST'ANNO IN COLLABORAZIONE CON LA BAGHNARA ONLUS PROPONIAMO IL PACCHETTO FESTA+BALLO+BUFFET+NOTTE+COLAZIONE A SOLI 55€ A PERSONA